Warning: Illegal string offset 'instance' in /web/htdocs/www.eurocalciomercato.com/home/wp-content/plugins/theme-my-login/includes/class-theme-my-login.php on line 946

Warning: Illegal string offset 'instance' in /web/htdocs/www.eurocalciomercato.com/home/wp-content/plugins/theme-my-login/includes/class-theme-my-login.php on line 950
Champions, Bate Borisov-Roma 3-2: tutto in salita per Garcia : EUROCALCIOMERCATO.com

 

 

Roma–Carpi

5 - 1

26 Settembre 2015

Ore 18:00

Olimpico

Napoli–Juventus

2 - 1

26 Settembre 2015

Ore 20:45

San Paolo

Genoa–Milan

1 - 0

27 Settembre 2015

Ore 12:30

Luigi Ferraris

Sassuolo–Chievo Verona

-:-

27 Settembre 2015

Ore 15:00

Mapei Stadium

Hellas Verona–Lazio

-:-

27 Settembre 2015

Ore 15:00

Marcantonio Bentegodi

Torino–Palermo

-:-

27 Settembre 2015

Ore 15:00

Olimpico

Bologna–Udinese

-:-

27 Settembre 2015

Ore 15:00

Renato Dall\'Ara

Inter–Fiorentina

-:-

27 Settembre 2015

Ore 20:45

Giuseppe Meazza

Frosinone–Empoli

-:-

28 Settembre 2015

Ore 19:00

Comunale

Champions, Bate Borisov-Roma 3-2: tutto in salita per Garcia

| 30 Settembre 2015 | 0 Commenti

LA PARTITA
Un tempo non basta. A questa Roma serve molto di più se vuole continuare a giocarsela in Champions League. Dalla trasferta di Borisov Garcia torna infatti con una sconfitta pesante e molti dubbi sul futuro. Suo e della squadra. Contro gli uomini di Yermakovich, i giallorossi sbagliano tutto nel primo tempo e compromettono la gara. Tatticamente e mentalmente. E il tecnico francese dovrà farsi delle domande. Soprattutto perché il Bate non è il Bayer e ora nel girone sarà tutto più difficile per centrare gli ottavi.

A Borisov nella Roma Szczesny torna tra i pali. In avanti, viste le assenze, Garcia sceglie il tridente leggero con Salah, Iturbe e Gervinho. I giallorossi partono subito forte tenendo la squadra corta e alzando il pressing. Si gioca in 30 metri e ogni errore può costare molto caro. Da una parte Pjanic e Salah provano a fare la differenza cercando le verticalizzazioni, dall’altra il Bate sceglie invece la corsia sinistra per affondare il colpo. E la tattica bielorussa paga. All’8′ Volodjko semina il panico e Stasevich sblocca il risultato dopo una traversa di Polyakov. Colpita a freddo, la squadra di Garcia va in bambola, il filtro a centrocampo non funziona e al 12′ i padroni di casa passano ancora: Szczesny sbaglia a posizionarsi e Mladenovic lo beffa con un sinistro velenoso dalla distanza. Avanti di due reti, il Bate prende coraggio, gioca di prima e chiude gli spazi. La Roma incassa e prova a reagire, ma è costretta a forzare le giocate. Al 23′ Nainggolan spara da fuori su un pallone vagante, ma Cherik è attento. Storditi e senza equilibrio, i giallorossi manovrano senza ordine, i bielorussi invece vanno a mille e al 30′ arriva anche il terzo gol. Lo firma ancora Mladenovic, che di sinitro trafigge Szczesny con un missile sotto la traversa dopo l’ennesima azione in velocità sulla fascia sinistra. Per la Roma la prima mezz’ora è un incubo e Garcia prova a mischiare le carte inserendo Iago Falque. Senza idee, nel finale del primo tempo Iturbe & Co. attaccano a testa bassa, ma sbattono contro il muro bielorusso.

In difficoltà, nella ripresa il tecnico francese prova a correre ai ripari, leva uno spentissimo Iturbe e getta Torisidis nella mischia, puntellando la corsia destra e avanzando Florenzi, che impegna subito la difesa del Bate. Disperatamente a caccia di un gol, la Roma prova a riorganizzare le idee, ma più che una manovra organizzata, sembra un arrembaggio disordinato. I bielorussi invece controllano il match, giocano con intensità e quando ripartono fanno paura. Volodjko ha un altro passo e in fascia è una furia. E la Roma rischia ancora, ma resta in partita. Iago Falque prova a scuotere i giallorossi al 62′, ma il suo destro si infrange contro la retroguardia bielorussa. Poi al 66′ un’imbucata proprio dello spagnolo pesca in area Gervinho, che firma il 3-1 e prova a riaprire il match. Salah al 72′ ha sul piede il pallone buono, ma spara alto. Nel finale gli uomini di Yermakovich si mettono a protezione dell’area e alzano la barricata. La Roma invece prova a sfondare allargando il gioco sule corsie. E quasi ci riesce. A dieci dal termine Digne mette in mezzo una bella palla su cui si getta Torosidis per il 3-2. Poi un destro di Florenzi si stampa sulla traversa. Negli ultimi minuti è un assalto giallorosso, ma ormai è tardi per riacciuffare il risultato. A Borisov la Roma stecca. Ed è una sconfitta che mette i giallorssi con le spalle al muro. Ora col Bayer servono due vittorie.

IL TABELLINO
BATE BORISOV-ROMA 3-2
Bate Borisvo (4-2-3-1): Cherik 6; Polyakov 6,5, Dubra 6, Milunovic 6, Mladenovic 7,5; Nikolic 6 (41′ st A. Volodko sv), Yablonski 6; Stasevich 6,5, Gordejchuk 6,5 (27′ st Hleb sv), M. Volodjko 7 (39′ st Rios); Signevich 7.
A disp.: Soroko, Aleksievich, Jevtic, Karnitskiy. All.: Yermakovich 7
Roma (4-3-3): Szczesny 4; Florenzi 5,5 (46′ st Soleri sv), Manolas 5,5, De Rossi 5, Digne 5,5; Pjanic 5,5, Nainggolan 6, Vainqueur 4,5 (38′ Iago Falque 6,5); Salah 6, Iturbe 4,5 (1′ st Torosidis 6,5), Gervinho 6.
A disp.: De Sanctis, Leandro Castan, Maicon, Ucan. All.: Garcia
Arbitro: Clattenburgh (Ing)
Marcatori: 8′ Stasevich (B), 12′ Mladenovic (B), 30′ Mladenovic (B), 21′ st Gervinho (R), 37′ st Torosidis (R)
Ammoniti: Milunovic, Dubra (B); Digne, De Rossi, Manolas (R)
Espulsi: –
LE PAGELLE
Mladenovic 7,5: è la spina nel fianco destro della Roma. Nel rpimo tempo fa tutto lui. Inarrestabile in velocità. Implacabile il suo sinistro. Per informazioni chiedere a Szczesny
M. Volodjko 7: stantuffo constante. Insieme a Mladenovic è il padrone della corsia sinistra. Qualità e quantità
Gordejchuk 6,5: partita di ordine e geometria. Rompe il gioco e imposta. Vince il duello con Nainggolan
Signevich 7: lavora di sponda per gli inserimenti dei compagni. Poi tanta corsa anche in copertura
Szczesny 4: serata da dimenticare. Completamente fuori posizione sul primo gol di Mladenovic. QUalche colpa forse anche sulla seconda rete del terzino bielorusso
Iturbe 4,5: spaesato, senza idee e completamente inutile alla causa. Garcia lo leva nell’intervallo
Vainqueur 4,5: dalla sua parte la Roma nel primo tempo va in bambola. Esordio da titolare da dimenticare
Iago Falque 6,5: dà la scossa alla squadra. Più ordinato, dà equilibrio al tridente e col suo ingresso la Roma prende coraggio nella ripresa

Area: Champion's League

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *