Warning: Illegal string offset 'instance' in /web/htdocs/www.eurocalciomercato.com/home/wp-content/plugins/theme-my-login/includes/class-theme-my-login.php on line 946

Warning: Illegal string offset 'instance' in /web/htdocs/www.eurocalciomercato.com/home/wp-content/plugins/theme-my-login/includes/class-theme-my-login.php on line 950
Allegri: «inizia il nostro campionato, giocano Marchisio e Alex Sandro» : EUROCALCIOMERCATO.com

 

 

Roma–Carpi

5 - 1

26 Settembre 2015

Ore 18:00

Olimpico

Napoli–Juventus

2 - 1

26 Settembre 2015

Ore 20:45

San Paolo

Genoa–Milan

1 - 0

27 Settembre 2015

Ore 12:30

Luigi Ferraris

Sassuolo–Chievo Verona

-:-

27 Settembre 2015

Ore 15:00

Mapei Stadium

Hellas Verona–Lazio

-:-

27 Settembre 2015

Ore 15:00

Marcantonio Bentegodi

Torino–Palermo

-:-

27 Settembre 2015

Ore 15:00

Olimpico

Bologna–Udinese

-:-

27 Settembre 2015

Ore 15:00

Renato Dall\'Ara

Inter–Fiorentina

-:-

27 Settembre 2015

Ore 20:45

Giuseppe Meazza

Frosinone–Empoli

-:-

28 Settembre 2015

Ore 19:00

Comunale

Allegri: «inizia il nostro campionato, giocano Marchisio e Alex Sandro»

| 11 Settembre 2015 | 0 Commenti

Domani sera comincia il “vero” campionato della Juventus: ospite il Chievo allo Stadium. Massimiliano Allegri analizza il momento dei bianconeri, reduci dalla pausa per le Nazionali, con ragionato ottimismo:«Abbiamo zero punti e contro il Chievo, che sta facendo bene, dobbiamo iniziare a vincere. I veneti giocheranno spensierati e noi dovremo giocare bene a calcio, difendendo bene. Perché finora, tranne che a Shanghai, abbiamo sempre preso gol. Da domani inizia un mese dove giocheremo una volta ogni tre giorni. Ogni partita andrà affrontata senza pensare a quella successiva. Intanto iniziamo a ottenere i primi tre punti. I nuovi arrivi? Si sono subito inseriti bene, abbiamo lavorato bene per due settimane, qualcuno aveva bisogno di entrare in condizione. I nazionale sono rientrati bene. Ho tutti a disposizione eccetto Khedira e Asamoah che ha giocato spezzoni di amichevoli, ma non è ancora pronto per essere messo a disposizione».

«Marchisio domani scenderà in campo dal primo minuto, mentre per Morata dovrò valutare al di là dell’attacco febbrile. Ho tutti a disposizione, l’importante è pensare solo a domani e a vincere contro il Chievo».

«Lui nasce centrale davanti alla difesa, poi si è trasformato in interno ma può fare benissimo il trequartista. E’ importante che abbia i gol nelle gambe, li ha sempre fatti e per questo sarà utile per noi. Ha giocato già alcuni spezzoni con l’Inter, è pronto per giocare».

«Domani inizia per forza il campionato per noi, purtroppo è capitato che abbiamo zero punti e ne siamo realisti e coscienti. C’è poco da parlare, solo da lavorare. Dovremo essere concentrati e prendere subito il ritmo giusto. La squadra divertente per me? E’ solo quella che vince. Ora ho giocatori che mi garantiscono più soluzioni, in una stagione ne posso sfruttare alcuni, in altre circostanze posso fare scelte diverse. Di sicuro abbiamo le possibilità e il dovere di fare una grande stagione, arrivando a marzo in corsa in tutte le competizioni: campionato, Champions e Coppa Italia».

«Il momento è delicato, lo sappiamo bene, ma questo non deve creare ansia. Bisogna solo essere coscienti del fatto che abbiamo bisogno di fare punti. I giocatori lo sanno, alla Juve non esistono anni di transizione, anche se quest’anno abbiamo 10 giocatori nuovi e non è facile inserirli. Malgrado le partenze, non dimentichiamo che la nostra stagione è iniziata bene con la Supercoppa portata a casa. Pensiamo esclusivamente a lavorare, affrontando tutte le partite fino alla prossima sosta e giocando bene in campionato e in Champions».

«Alex Sandro e Barzagli giocheranno titolari. E giocheremo a 4».

«Ho a disposizione giocatori nuovi, con molta qualità e già molto cresciuti sia in allenamento che in partita. Ci vuole pazienza. Le motivazioni non possono mancare, perché quando giochi nella Juve sai che giochi in una grande squadra. Vincere deve diventare un’abitudine anche per i nuovi e i giovani. Ci sarà un periodo di adattamento e di alti e bassi, ma ho una rosa completa e così potrò gestire i giocatori al meglio».

«A Roma dopo la sconfitta ho fatto l’esempio del bambino di 4 anni, paragonato a Paul, perché Pogba è un ragazzo di 22 anni e deve comportarsi da ragazzo di 22 anni. E quindi un ragazzo di 22 anni non può essere uno di 30: deve solo sfruttare le sue qualità, riordinare le idee e vivere tranquillo, giocando da ragazzo di 22 anni. Gli sono state addossate troppe responsabilità, che un 22enne difficilmente riesce a sopportare. Deve giocare tranquillo, come ha fatto a Shanghai, non deve fare tre gol a partita. Ma solo giocare come sa, anche in modo spensierato, con tutte le cazzate che fa un ragzzzo di 22 anni. Non si può chiedergli di comportarsi in modo diverso».

«L’ho trovato bene deve, adattarsi al campionato italiano. E’ il sostituto di Marchisio davanti alla difesa, anche se a Marsiglia ha giocato pure da centrale difensivo. E’ un ragazzo sveglio, apprende le cose facilmente e sarà molto utile per noi».

«Ha avuto un problema al gomito, ora risolto. Alla Juve e in Nazionale ha avuto alcune occasioni da gol, e siccome statisticamente ha segnato sempre, lo farà anche quest’anno con noi. Se ha bisogno di ricaricare le pile in vista della Champions? Io credo che le punte si ricarichino quando fanno gol».

Area: Juventus, Serie A Tim

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *